Arnica, le proprietà utili ai muscoli

Arnica

Arnica montana L.

L’Arnica viene anche chiamata, il tabacco di montagna, perché le sue foglie, anticamente, venivano essiccate e fumate. La possiamo trovare soprattutto in prati e pascoli montani, da 500° oltre i 2000 m s.l.m., i fiori di colore giallo-arancio ricordano il sole splendente, le foglie rimangono alla base del terreno ed hanno una forma ellittica. Specie di pianta protetta, un tempo molto utilizzata ed apprezzata ha poi passato un periodo di oblio ed ad oggi, in commercio, la ritroviamo in molti prodotti utili nelle contusioni, per far riassorbire gli ematomi ma anche per lenire dolori articolari.

Si usano foglie e fiori, raramente le radici e la raccolta avviene in estate.

Curiosità

Questa pianta è anche detta Panacea lapsorum ossia panacea dei caduti, difatti veniva e viene utilizzata nelle contusioni. Dalla Farmacopea ferrarese del dott. Antonio Campana (1821) si apprende che veniva usata come vulneraria(cicatrizzante), astringente, successivamente come antifebbrile. Prima che se ne conoscesse la tossicità ad uso interno, si prescriveva l’infusione, da bere come il tè, dei fiori nelle febbri ad intermittenza, ed al posto della corteccia di china, che risultava essere costosa.

Anticamente utilizzata anche come abortivo.

Utilizzo

Se ne sconsiglia l’uso interno in quanto è considerata pianta velenosa. Se ingerita gli effetti collaterali sono: gastriti, nausea, vomito, enterocoliti, vertigini, cefalea, palpitazioni, ipotensione arteriosa, morte (pag. 93 del libro Interazioni tra erbe, alimenti e farmaci di Fabio Firenzuoli).

Ad uso esterno, se si fanno applicazioni con Tintura Madre, questa deve essere molto diluita ed applicate su una cute integra altrimenti si rischiano lesioni cutanee eritematose.

In casa si possono fare degli impacchi con fiori freschi o secchi, lasciati in ammollo per alcune ore in olio di oliva e poi applicati sulla contusione. Oppure si può fare l’oleolito di Arnica e applicarlo sulle contusioni e per far riassorbire le ecchimosi (http://www.treccani.it/vocabolario/ecchimosi).

L’Arnica è un rimedio eccezionale per la rigenerazione dei tessuti e per la riduzione dei dolori, in tutti i tipi di traumi con lesioni.

Alcuni libri dicono di utilizzarla per lesioni più o meno gravi, ed è indicata per adulti e bambini:

pag 115 del libro Curarsi con gli impacchi di Maya Thuler, RED edizioni

 

 

Tuttavia non bisogna applicarla sulle ferite aperte e se il dolore non passa entro le 24 ore consulta sempre un medico.

Personalmente utilizzo molto il gel all’Arnica della WITT ITALIA per tutta la famiglia, compresa la piccolina di 4 anni.

 

Ricetta popolare

Oleolito di Arnica

Riempire con fiori freschi un barattolo di vetro, coprire i fiori con olio di oliva o di ricino; lasciare il barattolo al sole per un mese. Utilizzarlo ogni qual volta ci si trova davanti a delle contusioni, traumi da caduta con ecchimosi da far riassorbire o dolori muscolari.

Sempre e comunque si utilizza esternamente, assicurandosi che il soggetto non sia allergico e che non soffra di eritemi cutanei.

Naturalmente è consigliato sempre di rivolgersi al medico e di evitare azioni che potrebbero mettere in pericolo voi o i vostri familiari.

 

 

2 Replies to “Arnica, le proprietà utili ai muscoli”

  1. Personalmente consiglio sempre l’arnica a chi ha dolori muscolari o alla cervicale. Io ho preso un unguento all’arnica su sorgentenatura per i miei dolori alla schiena e mi sto trovando davvero molto bene. Un bel massaggio e 3 0 4 applicazioni di arnica e i dolori spariscono.

    1. Scusa se rispondo in ritardo ma ci sono ancora alcune cose del blog che mi sfuggono.
      Sorgentenatura non la conosco come azienda e quindi grazie di averla segnalata.
      Grazie per il commento
      A presto
      Raffaella

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *